Serie A, giocatore positivo? La soluzione è il modello austriaco

Serie A, giocatore positivo? La soluzione è il modello austriaco

Giocatore e squadra isolati, ma si gioca lo stesso se il tampone è negativo

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Ora che la Serie A ha ottenuto l’ok per riprendere gli allenamenti da lunedì 18 maggio, uno dei temi più caldi – se il campionato dovesse realmente riprendere – riguarda l’eventualità di un nuovo giocatore positivo. Mentre il modello tedesco prevederebbe di isolare solamente il calcitaore colpito dal virus e di continuare a giocare con i restanti atleti, il comitato tecnico scientifico è molto più rigido: quarantena per tutta la squadra, e poi le gare verranno recuperate a fine calendario. C’è però una terza soluzione, quella austriaca.

La massima serie austriaca dovrebbe riprendere gli allenamenti questo venerdì e, secondo “Sky”, il campionato potrebbe ricominciare il primo weekend di giugno. La chiave di volta è però il loro protocollo. Qualora dovesse emergere un giocatore – o un addetto ai lavori – positivo al Coronavirus, la federazione austriaca prevede la quarantena sia per lui che per la sua squadra, ma non lo stop assoluto per coloro che non risultano essere contagiati: se il tampone dovesse infatti risultare negativo, ai compagni di squadra sarà garantita la possibilità di allenarsi e di giocare le partite. In questo modo il calendario non si fermerà mai.

Fonte: “Tuttomercatoweb”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy