Serie A, ecco il protocollo per gli allenamenti collettivi

Serie A, ecco il protocollo per gli allenamenti collettivi

Niente maxi-ritiro, ma se un giocatore dovesse essere contagiato…

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

E’ finalmente ufficiale il protocollo del Comitato Tecnico Scientifico redatto dalla Figc ed inviato al Governo e al Ministro dello Sport. In questo documento lungo 14 pagine sono state inserite tutte le linee guida da seguire per svolgere nella massima sicurezza gli allenamenti collettivi delle squadre professionistiche fino all’inizio – eventuale – del campionato. Questi i passaggi più importanti.

E’ stato scongiurato l’obbligo del maxi-ritiro per le società. I soggetti che sono stati positivi al Coronavirus – ed ora ovviamente guariti – saranno separati da quelli che sono sempre stati negativi. Gli unici a poter non fare uso della mascherina sono gli atleti: allenatori, staff e tutti gli altri addetti ai lavori – dentro e fuori dal campo – dovranno indossarla. Il tampone verrà effettuato a tutti ogni 4 giorni, mentre il test sierologico ogni due settimane. Infine, se un giocatore dovesse esser contagiato, questo verrà immediatamente isolato, mentre tutti gli altri componenti della squadra saranno costretti ad un isolamento fiduciario presso una struttura concordata: ciò implica tampone ogni 48 ore per 2 settimane e nessun contatto con l’esterno, ma sarà possibile per loro proseguire gli allenamenti in gruppo.

Fonte: “Tuttomercatoweb”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy