Serie A, cosa fare se un giocatore è positivo?

Serie A, cosa fare se un giocatore è positivo?

La Figc propone di spostare a fine calendario le partite della squadra colpita

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Nella giornata di ieri è arrivato l’ok definitivo per riprendere gli allenamenti collettivi da lunedì 18 maggio. Non c’è ancora però una decisione ufficiale per la ripresa del campionato: il comunicato è atteso tra la fine di questa settimana e l’inizio della prossima. Uno dei temi più caldi ora riguarda l’eventualità di dover fare i conti con un altro giocatore contagiato. Da una parte la Figc propone di seguire il modello tedesco, mettendo quindi in quarantena solo il calciatore positivo e facendo proseguire i restanti; dall’altra parte c’è però il comitato tecnico scientifico, che rimane convinto dell’idea di dover isolare immediatamente l’intera squadra.

Come riporta “La Repubblica”, la posizione del comitato sembra imprescindibile. Ecco quindi che, se un giocatore dovesse esser nuovamente colpito dal virus, l’idea sarebbe quella di mettere in quarantena l’intera squadra – e società – e di spostare le partite del club interessato a fine calendario. Tuttavia, rimangono ancora molte perplessità: già con due formazioni colpite, questo progetto non potrebbe realizzarsi per via della mancanza di tempo.

Fonte: “Tuttomercatoweb”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy