Salvi

Salvi

di Simone Sabattini

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

La paura è passata. Il Bologna trova il pareggio salvezza in una rocambolesca partita contro la Lazio, che viaggia sui soliti binari delle ultime uscite, con un primo tempo bruttino dove i rossoblù, facendo temere il peggio ai tifosi, finiscono sotto nel punteggio. Nel secondo tempo nel giro di due minuti prima con Poli poi con Destro viene ribaltato il risultato, a dimostrazione di come nella seconda frazione di gioco il Bologna sia letale. La partita si concluderà con il risultato di 3-3 con Immobile che nel finale (con un occasione divorata che avrebbe cambiato tanto, in vista anche di domenica prossima), fa tremare i tifosi. Alla fine è arrivata la salvezza e finalmente potremmo guardare una partita in totale serenità senza ansia e patemi, senza tenere un orecchio sugli altri campi e soprattutto senza dover ricorrere alla classifica avulsa. La partita contro il Napoli potrebbe portare il decimo posto in classifica, una cosa quasi impossibile da pensare solamente un paio di mesi fa. Il merito della salvezza in primis va a Mihajlovic e poi alla squadra che, come dichiarato da Poli nel post partita, si è messa da subito a disposizione per cercare di rimanere in serie A.

È la  vittoria di un gruppo che ci ha sempre creduto fin dall’inizio, ma un plauso speciale va fatto innanzitutto al tecnico serbo che è ha rivoltato completamente una squadra in brevissimo tempo. Un applauso va fatto anche ai giocatori che hanno sempre lottato partita dopo partita per cercare di arrivare all’obiettivo salvezza. Tra i giocatori che hanno beneficiato maggiormente del cambio in panchina ne citiamo due: Orsolini, che tornato nel suo ruolo naturale ha portato goal molto importanti per il Bologna, e Destro, anche se poco impiegato in stagione ha siglato sempre goal importantissimi e molto pesanti, tra cui quello contro il Sassuolo a tempo scaduto. Adesso si potrà pianificare il futuro con Mihajlovic che potrebbe sedere ancora sulla panchina. Il tecnico serbo ha dato la priorità al Bologna e prima di tutto verificherà il progetto sportivo che gli verrà presentato da Bigon per convincerlo a rimanere sotto le Due Torri anche per la prossima stagione: per non vivere più una stagione carica di tensione come quella che andrà a concludersi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy