Riecco il Verona, un girone dopo: è cambiato tutto per Mihajlovic

Riecco il Verona, un girone dopo: è cambiato tutto per Mihajlovic

A fine agosto Mihajlovic andò in panchina, ma la situazione era completamente diversa
di Matteo Zinani

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Sono passati 4 mesi e mezzo, ma sembra una vita. Alla prima giornata del campionato 2019/20, il Bologna fa visita al neopromosso Hellas Verona. Il match termina 1-1 al Bentegodi, ma ad essere in primo piano non è risultato. La notizia della malattia di Sinisa Mihajlovic è infatti ancora molto fresca. Nonostante le sue condizioni di salute siano tutt’altro che buone, il mister decide di mantenere la promessa fatta ai suoi ragazzi: “qualsiasi cosa accada, io sarà in panchina a Verona”. E così è stato. Per sua stessa ammissione, il serbo era “un morto che cammina”, ma questo non importa. Contro tutto e tutti, Mihajlovic era lì a sostenere il suo Bologna all’esordio stagionale.

Oggi è terminato il girone d’andata. In mezzo ci sono state 19 partite di Serie A, le vacanze di Natale e un trapianto di midollo. La bella notizia, però, è che il tecnico rossoblu è ora in netta ripresa. Le sue condizioni sono decisamente migliorate, tant’è che da ormai più di un mese Sinisa allena i suoi ragazzi in prima persona a Casteldebole ed è tornato ad accompagnare la squadra anche in trasferta. Domenica al Dall’Ara arriva il Verona, gara valida per la prima giornata del girone di ritorno. Gli scaligeri, finora la vera sorpresa del campionato, si troveranno di fronte un altro Bologna, ma soprattutto – per fortuna – un altro Mihajlovic.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy