Restyling Dall’Ara, Fenucci: “Modello innovativo pubblico-privato”

L’amministratore delegato dopo la nota ufficiale che sancisce l’accordo con Fincantieri

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il Restyling del Dall’Ara sarà un’opera con una importante fetta pubblica di intervento. Da un lato i privati, cioè il Bologna, dall’altro le istituzioni, il Comune di Bologna, e Fincantieri Infrastructure, società del gruppo Fincantieri che è un soggetto pubblico controllato dalla Cassa Depositi e Prestiti. Queste tre gambe sosteranno il progetto di riqualificazione dello stadio. Le parole di Fenucci:

“Si tratta di un modello innovativo tra pubblico e privato – il commento dell’Ad – La partnership con Fincantieri è molto importante, un’azienda solida e di comprovata tradizione nelle grandi opere. Sarà connubio pubblico, con il Comune di Bologna e Fincantieri, e privato, per un’opera moderna e innovativa”.

Fincantieri Infrastructure si occuperà della parte in acciaio, rilevante per il Dall’Ara, e della fase strutturale, mentre gli altri lavori dovrebbero essere affidati ad aziende del territorio. Lo riporta il Cor Bo. La ripartizione dei costi dovrebbe essere: 70 milioni Saputo (di cui 50 finanziati dal Credito Sportivo), 30 dal Comune di Bologna.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy