Tutto Bologna Web
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Repubblica – Santander, gli infortuni senza fine lo spingono ad Assisi

Repubblica – Santander, gli infortuni senza fine lo spingono ad Assisi - immagine 1

Frenato dai continui infortuni e dalla scarsa considerazione di Mihajlovic, Federico Santander si reca ad Assisi cercando un aiuto "dall'alto"

Redazione TuttoBolognaWeb

Nel corso delle sue stagioni al Bologna Federico Santander ha vissuto più in infermeria che in campo, visti i tanti infortuni che lo hanno colpito e non gli hanno mai permesso di trovare quella continuità che ha precluso la sua avventura in rossoblù.

 

 

L'attaccante arrivò dal Copenaghen nel 2018 come punto di riferimento offensivo per il Bologna di Filippo Inzaghi: 8 goal alla prima stagione, salvo poi spegnersi totalmente; con Mihajlovic non è mai scattato il giusto feeling, nonostante il gol all'esordio contro l'Inter che ha permesso a Sinisa di cominciare la risalita, poi quasi sempre panchine, viziate anche dai numerosissimi problemi fisici del paraguayano. A parte normali problemi tra coscia e polpaccio, un operazione al ginocchio che lo ha tenuto ai box per praticamente tutta la scorsa stagione, quest'anno si era ripresentato con un gol al Sassuolo, riaccendendo l'entusiasmo dei tifosi, salvo poi ricadere nel tunnel degli infortuni tra il Covid prima e la frattura a zigomo e cranio poi, dalla quale si conta di recuperarlo entro la fine di questa stagione, ma che con ogni probabilità sarà l'ultima per lui in rossoblù. Per ovviare a questo periodo particolarmente sfortunato il Ropero si è recato ad Assisi, cercando la pace perduta in una fonte spirituale, e sperando di poter trovare, nella sua prossima avventura calcistica, quella continuità che al Bologna non ha mai avuto.