Repubblica – Quelle due ali che non sempre sanno volare

Il rendimento alterno di Orsolini e Barrow affligge Mihajlovic, cui invece serve stabilità

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Musa Barrow e Riccardo Orsolini sono le due ali cruciali nel suo sistema di gioco, ma sono anche, al momento, i due pezzi di più elevato valore economico. I primi a dover fare la differenza, per status e per capacità.

Da loro due passa anzitutto il presente rossoblù, lo si è visto a Marassi e pure mercoledì in Coppa Italia, dove le prestazioni però non hanno convinto del tutto. I margini di miglioramento sono evidenti per entrambi: Orsolini vuole conquistare l’europeo ma deve migliorare nello smarcarsi, nel difendere, nell’essere meno statico, nel leggere meglio quando andare in uno contro uno e quando invece sveltire il gioco. Barrow invece dà a volte l’impressione di una pigrizia che non era presente nei primi momenti rossoblù del gambiano, dove aveva una tigna e una continuità che a oggi sembra aver perso. A Casteldebole continueranno a lavorare, ma se la politica sarà fare “innesti a gennaio se si presenterà l’occasione giusta, ossia giovani di talento che possano crescere con noi” come dichiarato dall’ ad Fenucci, è difficile pensare che Mihajlovic rimarrà a lungo, visto anche il contratto in scadenza nel 2023.

Fonte-Repubblica

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy