Repubblica – Lo striscione galeotto su Saputo divide i tifosi rossoblù

Lenzuolo anonimo contro il patron, in curva c’è chi prende le distanze. Ma l’associazione Futuro Rossoblù scrive al presidente e chiede rinforzi

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb
C’è un direttore sportivo che dice che “né il Liverpool né il Bayern fanno mercato, figurarsi le piccole”.
C’è un allenatore che una volta dà la colpa agli arbitri e una al campo. C’è una squadra che non vince dal 29 novembre. E c’è un presidente che a dicembre s’è detto estremamente soddisfatto dei dirigenti e più in generale della situazione. Ha messo 190 milioni da quando è qui e s’è posto, alla sesta stagione di A, l’obiettivo dei 52 punti.
Intanto sono 17, dopo altrettante gare, e la situazione, incassato il ko di sabato col Genoa, si fa delicata. E nel mirino è finito anche Joey Saputo. Uno striscione, non firmato, è stato infatti esposto sabato notte in via Mattei davanti alla sede del Carlino, a poche ore dal 2- 0 di Marassi: è la prima volta che il patron rossoblù viene criticato così direttamente. C’è da dire che, guardando online, la maggior parte delle persone rimangono dalla parte di Saputo, ma Futuro Rossoblù, formalmente ancora azionista del Bfc, ha scritto una lettera proprio al canadese chiedendo di intervenire sul mercato. Le prossime tre partite, contro Verona, Juventus e Milan, si annunciano complicate, ma la rosa al completo di questo Bologna ha i valori per stare sopra la linea rossa, nonostante la classifica al momento fotografi una situazione di allarme.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy