Monari: “Corvino non avrebbe ceduto Diawara”

Monari: “Corvino non avrebbe ceduto Diawara”

Le parole di Simone Monari a Radio Bologna Uno

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Intervenuto a Quasi Gol, Simone Monari ha espresso la sua opinione in vista della sfida contro il Napoli.

Si parte dalla situazione di Krejci: “In questo momento non sta giocando perché Di Francesco è in ascesa – ha affermato – Poi l’idea iniziale era quella di giocare 4-2-3-1 e questo non ha premiato Krejci. Lo scorso anno il ragazzo ha messo in mostra buone cose alternando errori e grossi limiti. E’ difficile giudicare un giocatore nel breve e dire che Krejci è un investimento sbagliato, ma giocava nello Sparta Praga con Schick e dopo un anno il suo ex compagno vale molto di più. Serve avere pazienza in alcuni casi”.

Ancora Monari: “Diawara? Corvino lo avrebbe tenuto, la dirigenza invece lo ha scaricato ben prima di quando il ragazzo ha deciso di scappare, mio parere personale. Quello è stato un brutto segnale perché Bologna aveva trovato un giocatore di talento e con una proprietà così solida bisognava cercare di tenerlo alzando il valore della squadra. A quel punto Diawara si sarebbe potuto vendere meglio più avanti. Si poteva mandare il segnale di un Bologna capace di scovare talenti e trattenerli”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. stbent_482 - 3 anni fa

    Monari, sono perfettamente d’accordo lad aprile di quell’anno, con Corvino già separato in casa, la lungimirante dirigenza faceva sapere che se fosse arrivata una qualunque squadra con 15 milioni per Diawara Fenucci l’avrebbe consegnato con la sua auto. È scandaloso aver venduto un centrocampista di regia già titolare inamovibile a 18 anni, ripeto a 18 anni, quando ultimamente hanno venduto dei terzini per 20 milioni. Cordiali saluti Stefano

    .

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy