Quanto conta Soriano per il Bologna e Mihajlovic per lui

L’importanza di Soriano per Mihajlovic e quella del tecnico per il trequartista

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

L’importanza di Sinisa per Soriano

Soriano nel match contro il Parma è stato a dir poco fondamentale. 2 gol, un assist per Skov Olsen, uno per Sansone che però non è riuscito a trasformare in gol, ma anche tanta qualità in fase di possesso palla e quantità in quella di non possesso. In breve, quando Soriano c’è e sta bene è tutto un altro Bologna. Nell’edizione odierna di Stadio si analizza il rapporto con Mihajlovic che lo ha scoperto alla Sampdoria e lo ha costruito a sua immagine e somiglianza. Sinisa, infatti, ha completato un giocatore già forte di suo e facendolo diventare un giocatore vero capace di fare bene entrambe le fasi del gioco. Ha confermare ciò è stato Viviano, ex portiere rossoblù, in un’intervista spiegando che Soriano da giovane mostrava già tante qualità, ma poi ci vuole la capacità di un allenatore che dimostra stima e non ha paura di lanciare il calciatore. Stima che Mihajlovic provava quando arrivò a Genova e vide Soriano, lo criticava ed era sempre molto esigente con lui e questo permise al giocatore di migliorarsi e diventare un punto fermo per il tecnico serbo. Secondo Viviano, Soriano ha tutte le potenzialità tecniche per finire in doppia cifra ogni anno, ma si sfianca nelle rincorse e spesso pecca di lucidità quando arriva alla conclusione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy