Pescara-Bologna: guida per le scommesse

di Marco Francia, @Marco5Francia

Quote in sostanziale equilibrio quelle offerte dai bookmakers Aams per l’anticipo della terza giornata del campionato di Serie B 2014/15, che vedrà il Bologna affrontare il Pescara allo stadio Adriatico-Cornacchia. La vittoria dei padroni di casa, orfani di Caprari e del lungodegente Brugman, è offerta a quote comprese tra 2.30 (BetClic) e 2.45 (WilliamHill), mentre il successo esterno viene bancato a quote comprese tra 2.88 (WilliamHill) e 3.30 (Sisal); il pareggio è pagato tre volte la posta praticamente da tutti i bookmakers.

Entrambe le formazioni arrivano ancora a secco di vittorie alla sfida di questa sera. Un punto in più (due al netto delle penalizzazione) per il Delfino, reduce dal convincente (ma sfortunato) pareggio interno all’esordio contro il Trapani e da uno stentato 1-1 sul difficile campo della Ternana. Il tecnico Baroni sceglierà con ogni probabilità di schierare i suoi con il consueto 4-3-3, con alcuni ballottaggi (Zuparic-Salamon e Bjarnason-Lazzari) che verranno sciolti soltanto all’ultimo momento.

Qualche dubbio in più sul modulo che verrà adottato da Diego Lopez, che in settimana ha provato diverse alternative (in particolare il 4-2-3-1, il modulo utilizzato per buona parte del secondo tempo contro l’Entella) al 4-3-3 fin qui utilizzato. La trasferta di Pescara potrebbe registrare l’esordio in rossoblù dal primo minuto di Giannone, che potrebbe essere impiegato al posto di Troianiello (costretto a giocare in maschera) o di Laribi, forse lasciato a riposo. In mediana spazio a Zuculini, al rientro dalla squalifica, che dovrebbe affiancare Matuzalem e Buchel, mentre la linea difensiva dovrebbe essere composta da Morleo, Maietta, Paez e da uno tra Garics e Ceccarelli. In avanti, ovviamente, confermato bomber-Cacia.

Tra le due squadre, quella che indubbiamente sta vivendo il momento più difficile è senza dubbio il Bologna: alle prese con l’auspicato passaggio di mano al vertice della società e con una piazza nel complesso insofferente, dopo un’annata tragica come quella passata, l’undici del discusso Lopez è chiamato a tirare fuori gli attributi e dare una prima svolta a una stagione di certo non partita sotto i migliori auspici. Nell’unico match – quello contro il Perugia – in cui ha avuto la possibilità di aspettare gli avversari, il Bologna ha dimostrato di trovarsi più a suo agio rispetto alle partite in cui erano i rossoblù a dover tenere in mano il gioco.

Tutte e due le difese non hanno pienamente convinto, dimostrando di alternare periodi di assoluta tranquillità a momenti di confusione, che nello scorso weekend sono costati i gol del provvisorio svantaggio contro Entella e Ternana. I rispettivi attacchi hanno parallelamente evidenziato parecchie difficoltà: i due gol realizzati dal Bologna portano la firma di Cacia, unico rossoblù a rendersi realmente pericoloso sotto porta, mentre l’unica rete messa a segno dagli abruzzesi nei primi due impegni di campionato è la magistrale punizione realizzata da Pasquato, uno degli ex dell’incontro. Forse per questo, i quotisti propendono per una partita povera di gol, tanto che l’under 2.5 reti è offerto appena a 1.65, mentre l’over è bancato appena sopra la pari, a 2.10.

Nell’ultima sfida all’Adriatico fu il Bologna a imporsi in rimonta per 3-2, grazie alle reti di Diamanti, Gilardino e Koné, nella sfida che da un lato permise al Bologna di svoltare una stagione (la penultima nella massima serie) iniziata nel peggiore dei modi e dall’altro segnò l’inizio di una crisi che portò il Pescara a perdere 17 delle 19 partite del girone di ritorno, e di conseguenza alla retrocessione. Negli altri 10 precedenti tra le due formazioni disputati in Abruzzo, il Bologna era riuscito a imporsi in un’unica altra occasione, il 9 settembre 2006, quando un gol di Amoroso permise alla formazione di Ulivieri di centrare la vittoria alla prima giornata di campionato; 6 i successi dei biancazzurri, mentre 3 i pareggi, tutti per 0-0.

Difficile fare un pronostico tra due squadre estremamente rinnovate e ancora alla ricerca della quadratura del cerchio. Il consiglio è quello di astenersi, ma chi volesse per forza fare una piccola puntata potrebbe provare l’under 1.5, quotato a 3.10 da Unibet, o un più conservativo X primo tempo, offerto poco sotto la pari da tutte le principali agenzie di scommesse.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy