Mottola: “Inglese poteva comprarlo anche il Bologna. Diamo tempo a Inzaghi”

Andrea Mottola ha parlato a Radio Bologna Uno del Bologna di Inzaghi

di Gabriele Sini

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Andrea Mottola, allenatore del Real Casalecchio, ha fatto una disanima sul Bologna durante la trasmissione Quasi Gol in onda su Radio Bologna Uno.

Si parte con Inzaghi:“Bisogna dargli tempo e fiducia. Lavora da un mese e mezzo su questa squadra, sta cercando di cementarla e fare le scelte migliori. Non si possono fare processi dopo la prima giornata, la Spal gioca in questo modo da anni”.

Sui tifosi, si esprime così:I bolognesi hanno dato un segnale di fiducia alla squadra, i numeri degli abbonati parlano chiaro. Così facendo hanno anche sostenuto la società con i soldi spesi”.

Mottola analizza poi tutti i reparti della squadra, a partire dal portiere fino ad arrivare agli attaccanti:Skorupski è stato un ottimo acquisto, così anche Danilo, vero leader difensivo. Gonzalez ed Helander invece sono gli stessi dello scorso anno. La loro pochezza tecnica non cambia modificando il modulo della squadra o sostituendo l’allenatore: se un giocatore può dare cinquanta, cinquanta darà. A centrocampo Poli e Dzemaili sono fuori fase, Pulgar rischiamo di averlo sopravvalutato, non so se ripeterà la stagione dello scorso anno. Orsolini meriterebbe una chance, ha dinamismo, corsa e qualità, cosa che sembra mancare a Poli e Dzemaili in questo momento. Attacco? Se la palla non arriva davanti, diventa difficile segnare. Avrei fatto giocare titolare Falcinelli anziché Santander, come in Coppa Italia; il paraguaiano è in ritardo di condizione. Destro non poteva assolutamente essere messo in discussione col parco attaccanti che oggi ha il Bologna”.

Piccolo excursus anche sul mercato:“Il Parma è riuscito a comprare Inglese, dopo che a Bologna era stato fatto capire che si trattava di una trattativa impossibile. Se i ducali sono riusciti a chiudere l’operazione, evidentemente anche il Bologna poteva riuscirci”.

Chiosa finale sul prossimo match, contro il Frosinone:“La pochezza dei ciociari è eloquente, soprattutto lo è stata contro l’Atalanta. Il Bfc è superiore, se perdessimo dovremmo iniziare a farci delle domande“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy