Mihajlovic: “Dobbiamo svegliarci, gli attaccanti devono spaccare la porta. Su chi giocherà…”

Le parole del mister in conferenza stampa

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Coppa Italia

Come sono stati questi giorni dopo l’eliminazione dalla Coppa?

“In questi giorni sono stato male per Diego. Ho pensato più a lui e alla vita rispetto a quanto mi avrei dovuto arrabbiare per la Coppa. Rispetto a qualche anno fa sono cambiato, mi sono arrabbiato con i miei giocatori in maniera diversa, ho insisitito sull’orgoglio. Con loro ho un rapporto diverso rispetto a tutti quelli che ho avuto in carriera, per quello che ho passato e per quello che mi hanno dato. Loro però hanno superato il limite, oggi non perdono nulla, si riparte da zero. E’ colpa mia, dovevo essere più duro in certe situazioni. Cercavo sempre di trovare un alibi per loro, anche inconsciamente. Mercoledì abbiamo capito cosa non dobbiamo fare, perderemmo contro chiunque con quell’atteggiamento. Sappiamo cosa non dobbiamo fare per perdere le partite. Edinson è riuscito a far funzionare la lampadina dopo duemila tentativi, le volte prima ha capito come non doveva lavorare. Noi dobbiamo fare come lui”.

Ha detto qualcosa di particolare ai giocatori in questi due giorni?

“Abbiamo parlato e ci siamo confrontati. Spero che non ripeti più. Non è lo stesso vincere e perdere, loro devono capirlo. Io quando perdo sto male, non dormo la notte. I giocatori devono sentirlo sulla loro pelle. Sanno che quando perdono poi passano giorni terribili, ma qui deve subentrare la passione per il proprio lavoro e la soddisfazione per il risultato. Nella vita caschi mille volte prima di imparare a camminare, ma poi lo capisci. Domani mi aspetto una reazione, non possiamo sottovalutare nessun avversario. Serve la cattiveria giusta, altrimenti perderemo tutte le partite. Mi aspetto la loro crescita, non tanto come calciatori, ma come uomini. Dobbiamo svegliarci ed essere più continui, convinti dei nostri mezzi. Se giochiamo bene vinciamo contro chiunque. Contro lo Spezia abbiamo creato tanto ma non abbiamo concretizzato, non si può andare avanti cosi”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy