Mercato – Il valzer delle punte, ma il Bologna non balla

Diverse club di A si sono già mossi per la punta, mentre il Bologna no

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il valzer delle punte è iniziato e, al momento, il Bologna non balla. Il Verona ha preso Lasagna dall’Udinese che al suo posto sta prendendo Llorente e trattando Cutrone e il Benevento sta affondando il colpo per Gaich.

Il Bologna, nel frattempo, ha abbandonato la pista Sanabria, a giugno proverà a lavorare per Arnautovic e ha lasciato in stand-by Swiderski con il Paok che chiede 5 milioni. Gli obiettivi restano Scamacca e Nsame. Per l’attaccante del Genoa, in prestito dal Sassuolo, il Bologna sarebbe disposto a concedersi un extra budget anche se l’operazione è difficile perché sul ragazzo c’è la Juventus che ha la priorità. In più il Sassuolo lo valuta tra i 20 e i 25 milioni di euro e pretende un obbligo di riscatto. Per Nsame, invece, sono troppi i 10 milioni richiesti perché, nonostante sia stato autore di 41 gol nella scorsa stagione e di 14 in 22 partite in quella attuale, non ha mai calcato i principali campionati europei. Insistere su Barrow è un’idea, così come valutare la seconda parte di stagione di Danilo e Palacio in scadenza e su giocatori che potrebbero cercare spazio altrove, dopo un’annata condizionata da infortuni e poca continuità (Medel, Santander e Sansone). È possibile, quindi, che il Bologna rinvii i ragionamenti sulla punta al futuro dopo eventuali partenze che potrebbero liberare spazio salariale per cambiare politica e puntare anche su un grande nome.

Fonte: Carlino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy