Mancini contro Speranza in difesa dello sport

La risposta del ct della Nazionale alla dichiarazione di Speranza che promuoveva la scuola e non il calcio

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Ieri in conferenza stampa pre Italia-Moldavia è stato chiesto a Mancini come interpretasse le parole del ministro della Salute, Speranza, che ha sottolineato, a detta sua, l’eccessiva discussione sul calcio rispetto alla scuola e alle priorità che non possono essere il calcio o gli stadi. Questa la risposta del ct della Nazionale:

“Si dovrebbe pensare prima di parlare. Lo sport è un diritto di tutti esattamente come la scuola. È una parte importante della società, come l’istruzione e il lavoro. Lo sport è praticato da milioni di italiani”. Per Mancini il sacrificio, il senso dell’impegno, la voglia di raggiungere un obiettivo, i valori della lealtà sportiva, rappresentano un tesoro inestimabile sulla via della crescita dei giovani. Normale che si ribelli così a questa visione superficiale dello sport, dove non si considera la sua importanza educativa e formativa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy