Lippi: “Non ha senso fermare il campionato e allo stesso tempo permettere alle squadre di allenarsi”

Lippi: “Non ha senso fermare il campionato e allo stesso tempo permettere alle squadre di allenarsi”

L’ex ct dice la sua sull’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il momento è molto complicato per l’Italia. Lo sa bene Marcello Lippi, che ha vissuto l’emergenza sanitaria – sebbene non in maniera diretta – anche in Cina. Il calcio italiano è in seria difficoltà, e le autorità non sanno come portare avanti il sistema. Le opinioni sono molteplici, ma forse in questi casi è meglio lasciar lavorare chi di dovere e cercare di fare la propria parte. Proprio questo ha ribadito l’ex ct della nazionale ai microfoni di “Radio Rai”.

“Il mio parere non conta, ci sono altre persone che devono decidere. Il Governo in questi giorni ha dato disposizioni ben precise, ma io ho visto molta gente in giro come se nulla fosse. Abbiamo bisogno che tutti facciano la propria parte – spiega Lippi, che infine conclude – Alcuni allenatori ritengono che una partita di Serie A sia uno svago per le persone in questo momento, altri invece la pensano diversamente. Io ieri ho visto i calciatori giocare con entusiasmo. Fermare il campionato? Non capisco, se si impone lo stop alle partite allora bisogna vietare anche alle squadre di allenarsi. Se i giocatori si allenano tutti i giorni allora tanto vale che, con le dovute limitazioni, si facciano anche le partite. Non esultare dopo un gol? Impossibile, chi dice il contrario non sa di cosa parla”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy