L’impatto del Var sulle tempistiche di gioco? In A si gioca più della scorsa stagione

Non si placano le polemiche sul tempo effettivo di gioco in Serie A, ma i dati affermano ben altro

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

L’introduzione del VAR non ha ancora del tutto placato le polemiche. Non solo per gli errori arbitrali, ma anche per quel che riguarda le tempistiche di utilizzo da parte degli arbitri. E’ qui che emerge il termine di “tempo effettivo”.
Guardando i dati della Lega Serie A appuriamo che ogni partita ha una durata media di orologio di 95 minuti 19 secondi: mentre il tempo effettivo è circa di 51 minuti 8 secondi. 

tabella 1

In conclusione possiamo notare che, nel girone d’andata 2017/18, si è giocato il 53,6% del tempo a disposizione.

Confrontando questi dati con le prime 19 giornate della passata stagione vediamo che nell’annata 2016/17 si è giocato per 95 32 minuti di orologio e con un tempo effettivo di 50 minuti 29 secondi. La percentuale per la scorsa stagione è del 52,8%, dunque un dato inferiore rispetto a quello della stagione in corso.

L’introduzione del VAR fino ad oggi non ha avuto un impatto reale sulla quantità di minuti giocati per ciascuna gara, anzi, le gare hanno un tempo effettivo di gioco maggiore rispetto all’annata 2016/17 .

tabella 2

Rispetto alla scorsa stagione, così, ciascuna partita dura in media lo 0,22% in meno: il tempo effettivo, però, è cresciuto di circa 1.28% in media.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy