L’Emilia riapre gli stadi: le regole

Mascherine obbligatorie e niente striscioni

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini ha deciso di riaprire gli stadi emiliani per la Serie A con una ordinanza firmata ieri. Ma quali saranno le regole di ingresso?

La deroga concessa vieta di assistere all’evento in piedi, vieta materiale come striscioni o altro, contatti tra pubblico e giocatori e i tifosi dovranno indossare la mascherina. Sarà prevista una fase di scaglionamento del pubblico in uscita dall’impianto e saranno presenti steward per garantire il rispetto delle regole. Non è ancora chiaro invece se la quota di mille sia già comprensiva dei 380 già previsti agli addetti ai lavori per le partite a porte chiuse, e quindi i nuovi ingressi scalerebbero a 620. Per quanto riguarda il Bologna, che avrà la sua prima in casa il 28 settembre, ci sarebbe l’idea di non scavalcare la Lega Calcio e il principio di uniformità a cui tutti i club tengono perché l’opportunità concessa alle squadre emiliane potrebbe essere vissuta come un vantaggio.

Fonte – Corriere di Bologna.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy