Lazio-Bologna 3-3: è salvezza matematica

Lazio-Bologna 3-3: è salvezza matematica

Il Bologna conquista il punto all’Olimpico ed è salvo matematicamente

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

L’ultima partita sarà al cardiopalma, per gli altri…Il Bologna è salvo grazie al 3-3 ottenuto stasera all’Olimpico, sono 41 punti in classifica, 4 in più del Genoa che non può più raggiungere i rossoblù. La sfida col Napoli si giocherà dunque sabato sera. E’ festa a Roma per la Lazio, con la Coppa Italia, e per il Bologna, che va sotto lo spicchio ospiti a ringraziare i tifosi giunti all’Olimpico.

La partita. Primo tempo di marca Lazio, già al 3’ Lulic involontariamente salva un gol già fatto di Correa a centro area. Il Bologna attacca e pressa, ma si scopre sfilacciato in fase difensiva consentendo ai padroni di casa di infilarsi tra le linee. Al 14’ il vantaggio arriva così, imbucata di Leiva per l’inserimento di Correa: 1-0. Il Bologna prova a reagire, ma non è lucido negli ultimi metri nonostante la Lazio non sia irreprensibile in difesa. Ci prova Poli da fuori a lato, poi al 22’ Orsolini, sugli sviluppi di un corner, calcia a botta sicura da centro area, ma Luiz Felipe salva davanti a Guerrieri. Lo stesso succede poco dopo su punizione dal limite dell’ex ascolano, stavolta è Badelj a salvare. Dall’altra parte il Bologna rischia però di subire il secondo, Immobile spreca un contropiede in superiorità numerica e Skorupski deve salvare in uscita bassa su Parolo.

Nella ripresa è partita pazza. Il Bologna la ribalta in un minuto al 50’, due assist di Palacio: prima serve l’incursione di Poli che trafigge di sinistro Guerrieri, poi di sponda per Destro che da due passi fa 1-2. Ma non finisce qui, la Lazio trova il pari con un tiro a giro di Bastos che se lo fa Messi va in video per tre anni, poi Orsolini sfrutta un rimpallo in area su corner per il 2-3 di esterno sinistro. C’è però un possibile fallo di Destro che Pasqua va a vedere al Var, poi convalida. Per Inzaghi dentro Milinkovic – che prima si saluta con Miha – e un minuto dopo il serbo piazza la punizione del 3-3 a dieci dalla fine. Sono brividi di tensione finale, soprattutto quando Lyanco salva un gol già fatto di Immobile. E mentre la Nord tributa un coro a Miha che risponde con il pugno alzato, i minuti passano fino a che al quarto di recupero Pasqua sancisce il 3-3 e la salvezza del Bologna. La paura è finita: Bologna-Napoli si può giocare di sabato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy