Juwara, parla il padre adottivo: “Domenica abbiamo goduto parecchio”

Vitantonio Summa, padre adottivo di Juwara, al Corriere di Bologna

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

La storia di Musa Juwara è ormai nota, la traversata su un barcone, l’ultimo tratto di mare sorretto da una Ong e poi lo sbarco a Messina. Da lì poi ha preso vita la storia calcistica di Juwara all’Avigliano dove il suo padre adottivo, Vitantonio Summa, allena l’Under 17 del Picerno.

“Domenica abbiamo goduto parecchio – ha raccontato Summa al Cor Bo – Il primo gol in A non si scorda mai ed è una grande gioia per l’Avigliano, ma più che altro sono contento per Musa, un ragazzo dal cuore d’oro. Se l’ho sentito? Sì, gli ho detto di spegnere il telefono”.

Ancora Summa: “Lui pensava in grande, ha sempre avuto le idee chiare e noi lo abbiamo portato qui non pensando che un giorno sarebbe potuto arrivare in Serie A, ma per il ragazzo serio che ha sempre dimostrato di essere. Perché il Chievo? Aveva il percorso studio-sport più convincente e suo nonno si era raccomandato ‘prima la cultura’”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy