I soldi aiutano solo i bilanci

Le offerte impossibili da rifiutare non costruiscono grandi squadre

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Vero, anche Baggio, Ramirez e Diamanti erano disposti a rimanere, ma di certo non si sono impuntati per non lasciare Bologna. Simone Verdi da questo punto di vista è un giocatore anomalo, che ha capito di aver trovato la sua dimensione a Bologna. Ragionamenti umani e professionali non comuni, visto che con la sua scelta si è privato della possibilità di tentare la lotta per lo scudetto insieme al Napoli.
Se tutto ha un prezzo, forse non lo ha la felicità, perché le grandi cessioni hanno fatto bene solo ai bilanci, mai alla crescita di una squadra. Lo dimostrano il Tottenham, che dopo aver ceduto Bale per una cifra monstre, pur azzeccando diversi acquisti, non ha ancora vinto nulla; il Napoli, che ha venduto Higuain e che ha visto comunque i trofei volare via, vinti dalla solita Juve; o il Wolfsburg, crollato dopo la cessione di De Bruyne. Anche in Italia, tra le squadre di media classifica, non mancano esempi del genere, come Atalanta e Udinese.
Quella di Verdi è una scelta romantica, che non aiuta i bilanci ma ci riporta all’umanità del calcio.

dal Corriere di Bologna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy