Gravina e il calcio a porte aperte: “Garanzie dal Premier”

Gravina e il calcio a porte aperte: “Garanzie dal Premier”

Il presidente della Figc dovrà attendere l’apertura delle scuole prima di poter lavorare sulla riapertura degli stadi

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il presidente federale Gabriele Gravina e il presidente Fifa Gianni Infantino sono stati oggi a colloquio con il Premier Giuseppe Conte e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. In ottica calcistica, i due argomenti principali sono i controlli mediante tamponi, la Figc chiede di alleggerirli, e soprattutto la riapertura degli stadi.

Si lavora con il Cts per alleggerire il carico di controlli sugli atleti, mentre sulle porte aperte bisognerà aspettare l’avvio dell’anno scolastico su cui il Governo è particolarmente concentrato. Le parole di Gravina: “Alcuni atleti iniziano a essere preoccupati per i metodi invasivi circa i tamponi – ha affermato – Speriamo di poterci allineare al resto d’Europa e alleggerire le misure adottate in un momento diverso da questo. Stadi aperti? Il Premier è sensibile alle nostre richieste ma ci ha chiesto una posticipazione rispetto all’attività scolastica, la scuola è la priorità. Ci aggiorneremo a breve e da Conte abbiamo ricevuto garanzie”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy