Giordano: “Saldo di mercato in parità. Inglese? Poteva arrivare al posto di Santander”

Giordano: “Saldo di mercato in parità. Inglese? Poteva arrivare al posto di Santander”

L’esperto di mercato del Resto del Carlino a Radio1909.it

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Intervenuto a Radio1909.it durante la trasmissione ‘Fire and desire’, il collega Marcello Giordano del Resto del Carlino ha fatto il punto sul mercato appena chiuso. Dalla trattativa per Inglese, alla possibilità che Destro partisse per chiudere col saldo di mercato, ecco le parole del giornalista:

“A me risultano 37 milioni incassati e 37 spesi, quindi il saldo mi risulta in parità – ha affermato – E’ ovvio che a questi vanno aggiunti i soldi spesi per il Settore Giovanile che in questa estate ha visto tanti investimenti. Quindi in teoria il saldo sarebbe negativo ma sappiamo che a bilancio Prima Squadra e Settore Giovanile sono due voci diverse. C’è anche da dire che non tutti i 37 milioni sono cash, ci sono stati operazioni di plusvalenza a bilancio e non solo flussi di cassa”.

C’è stata una trattativa per Roberto Inglese a inizio mercato: “Il Bologna probabilmente se avesse aspettato gli ultimi giorni lo avrebbe preso a quelle condizioni con cui è andato al Parma, cioè prestito oneroso con diritto di riscatto. Ci ha provato a inizio mercato, poi il club non ha voluto aspettare volendo attrezzare la squadra per il ritiro. Nelle ultime settimane non ci sono stati contatti per il ragazzo che sarebbe arrivato se non fosse stato preso Santander”.

Su Danilo: “Non era il primo della lista, è stata una occasione che si è creata nelle ultime ore. Il suo nome era rimbalzato a luglio quando l’Udinese sondò De Maio, ma il Bologna rifiutò lo scambio anche per una ragione di carta di identità. Poi allora si voleva valutare l’impatto di Gonzalez e Helander nella difesa di Inzaghi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy