GdS – Roberto Soriano, il pupillo di Mihajlovic

Il trequartista consente al tecnico di cambiare modulo: con lui in campo, l’anno scorso il suo Bologna non ha mai perso

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Tra il talento di Orsolini e la leadership di Poli e Palacio, probabilmente, Sinisa Mihajlovic sceglierà sempre Roberto Soriano. Già, perché se un centrocampista o un esterno di “riserva” si trova sempre, non è così facile per la questione trequartista. Ci hanno provato in diversi – su tutti Svanberg – ma l’esito non è neanche lontanamente lo stesso, né dal punto di vista delle prestazioni né dei numeri. Arrivato nel gennaio del 2019, Soriano ha anticipato Mihajlovic di appena un paio di settimane. Il tecnico serbo ha ritrovato lo stesso giocatore ai tempi della Sampdoria, e subito se n’è “approfittato”.

Con lui in campo ed il serbo in panchina, lo scorso girone di ritorno il Bologna non ha mai perso. In questa stagione, invece, il numero 21 ha disputato 18 partite – impreziosite da 3 reti – garantendo ai rossoblu una media punti di 1,38: senza di lui, nelle 9 gare restanti, il Bologna conta solo una media di 1,12. La sua qualità e la sua duttilità permettono a Mihajlovic anche di cambiare modulo: da trequartista nel 4-2-3-1 di base, il mister può inserire un attaccante e far abbassare in mediana il ragazzo nato in Germania. Prima dello stop forzato era appena rientrato dall’infortunio. Adesso invece è a Genova, al fianco della moglie in dolce attesa, ma tra meno di un mese sarà a sudare sui campi di Casteldebole per il rush finale.

Fonte: “La Gazzetta dello Sport”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy