Gazzoni Frascara: “Innamorato di Palacio, sacrosanti gli applausi a Saputo. Europa? Durissima, ma…”

Le parole del presidente onorario del Bologna dopo il derby con la Spal.

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il presidente onorario rossoblu Giuseppe Gazzoni Frascara ai microfoni di Repubblica Bologna ha parlato del trionfo nel derby contro la Spal:

“Gli applausi per Saputo sono giusti e sacrosanti. I fischi che ho preso? La curva ha chiesto scusa addirittura con uno striscione, la faccenda è chiusa. Anzi, avete visto che bella curva domenica. Allo stadio adesso c’è un bel clima, si vede un discreto calcio, e poi mi sono innamorato della Treccia. Quando ha fatto quei cinquanta metri palla al piede da solo mi sono emozionato. A uno così cosa bisogna dire? Ha quasi trentasei anni e corre come ne avesse venti di meno. Donadoni ha capito che uno come Palacio è positivo anche non giocando, perchè basta il suo esempio di uomo. È un padre per i più giovani. Ma il merito dell’allenatore non è solo questo, sia chiaro. Ha fatto molta gogna negli ultimi mesi. Ora è giusto riconoscere i suoi meriti”.

Su Saputo: “Io quando vedo Joey prima di tutto lo ringrazio, a nome mio e della città.  Mi invita sempre allo stadio e mi tiene lì dove i suoi predecessori non mi hanno mai chiamato. Diciamo che mi conserva nel Mausoleo di Lenin, e gliene sono grato e non avrei più titoli io per stare nel mausoleo. Europa? Hopefully, per dirla nella lingua di Joey. Si potrebbe parlarne, ma è durissima. Intanto speriamo che vada avanti così, con un pubblico che si diverte, felice di esser stato allo stadio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy