Gazzetta – Sansone, 3 mesi per far breccia

Da qui a gennaio si giocherà la permanenza in rossoblù

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Nicola Sansone è molto lontano dai rendimenti positivi che ebbe quando arrivò in rossoblù. Il 10 del Bologna fu acquistato dal Villarreal nel gennaio del 2019 e contribuì alla cavalcata salvezza. In quella stagione dimostrò di aver colpi e talento e fu appunto uno dei protagonisti. Ultimamente, però, l’italo-bavarese si è un po’ perso e nel campionato appena concluso ha messo a segno 4 reti (di cui 3 su calcio di rigore). Proprio da un calcio di rigore fallito contro il Genoa, sono iniziate a mancare le prestazioni per Sansone. In più, il Bologna nel mercato di gennaio ha acquistato Musa Barrow. Inizialmente l’acquisto dell’ex Atalanta era stato fatto per colmare la lacuna centravanti, ma il gambiano si è dimostrato più determinante nel ruolo occupato da Sansone. Barrow è esploso e Sansone ha perso il posto.

Ora, Sansone, ha 3 mesi di tempo per dimostrare il suo valore e allontanare l’ipotesi di un’eventuale cessione. Con Barrow non al meglio per una botta subita al piede contro il Benevento, Sinisa potrebbe scegliere proprio Sansone dal primo minuto contro il Sassuolo. Opportunità da ex per far vedere di meritare ancora la maglia rossoblù.

Fonte: Gazzetta dello Sport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy