Tutto Bologna Web
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Gazzetta – Ora c’è il secondo tempo per Sinisa. Abbracci da staff e squadra

CROTONE, ITALY - MARCH 20: Head coach of Bologna Sinisa Mihajlovic gestures during the Serie A match between FC Crotone and Bologna FC at Stadio Comunale Ezio Scida on March 20, 2021 in Crotone, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Era il 13 luglio 2019 quando Sinisa Mihajlovic scese in campo per fronteggiare la leucemia per la prima volta. Oggi si gioca il secondo tempo. A Casteldebole si legge il malessere dipinto nei volti di Di Vaio e Bigon che sono vicini...

Redazione TuttoBolognaWeb

Era il 13 luglio 2019 quando Sinisa Mihajlovic scese in campo per fronteggiare la leucemia per la prima volta. Oggi si gioca il secondo tempo. A Casteldebole si legge il malessere dipinto nei volti di Di Vaio e Bigon che sono vicini all’allenatore, che ha parlato così all’ambiente: “Lavorate d'equipe, niente personalismi, come l'altra volta, siate positivi e tutti uniti, io vi darò la mia ultima parola”. Ha detto di pensare al lavoro e non a lui, il solito Mihajlovic.

Dopo l’allenamento di ieri, Sinisa ha comunicato tutto alla squadra prima della conferenza stampa, la sensazione era quella di essere tornati al 13 luglio. I giocatori l’hanno abbracciato fortemente e chi era via con le nazionali ha subito chiamato. Adesso il Mister seguirà la squadra da remoto, in una stanza del Padiglione “Programma dipartimentale terapie cellulari avanzate” sotto la guida della professoressa Francesca Bonifazi. Il Bologna di due anni fa che lottò in campo per il suo allenatore fece cose incredibili. Questa volta serve il bis. Si è e espresso il capitano Roberto Soriano: “Mister ti faremo stare tranquillo”.