Gazzetta – Il presente è già futuro, il Bologna vuole continuare la propria crescita

Il tecnico fino al 2023, rinnovi per dirigenti e giocatori, i giovani incedibili

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Dietro alla volontà del club di allungare di un altro anno il contratto di Mihajlovic, oltre al desiderio di continuità, c’è un forte segnale di unità dopo un’annata difficile, vissuta insieme e con forza. Il Bologna ha tutta l’intenzione di rinnovarsi confermando una squadra che ha mostrato qualità, spirito e unione. Non si vuole stravolgere la base della squadra: deve essere il pilastro per il futuro. I tre membri principali della direzione tecnica sono in scadenza, ma Saputo ha già scelto di rinnovare i loro contratti: Sabatini, Bigon e Di Vaio non lasceranno le loro poltrone.

Anche per i giocatori i rinnovi sono pronti. Il più scontato tra tutti è quello di Angelo Da Costa, il suo rinnovo dato per scontato, per lui si parla anche di un futuro da dirigente quando finirà la sua avventura da giocatore. Per Palacio invece si attende che sia il trenza a muovere il primo passo. Le parti si vogliono e il Bologna attende solo il via dell’argentino. Più calma invece per il rinnovo di Danilo, con le parti che stanno trattando. Tra i giocatori che potrebbero ricevere presto il rinnovo anche Andrea Poli. Il contratto del capitano scade nel 2021 e con calma verrà allungato, così come i giovani prodigi verranno bloccati, per saldare oggi le basi del Bologna di domani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy