Tutto Bologna Web
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Caos Calciamercato, gli agenti Ramadani e Chiodi nel mirino della Procura: Bologna non nell’indagine

Caos Calciamercato, gli agenti Ramadani e Chiodi nel mirino della Procura: Bologna non nell’indagine

Indagati due noti procuratori per alcune operazioni di mercato fraudolente

Redazione TuttoBolognaWeb

Iscritti al registro degli indagati da parte della procura federale il noto procuratore Fadi Ramadani e il suo rappresentante italiano Pietro Chiodi. Nel mirino alcune operazioni di mercato sospette.

 

 

Sotto la lente di ingrandimento in particolare le operazioni che hanno portato Pjanic al Barcellona e Chiesa alla Juventus, con Ramadani che inoltre è agente di Koulibaly e Sarri. Stamattina gli inquirenti hanno perquisito l'ufficio di Chiodi e hanno richiesto la documentazione a ben 11 società: tra queste Juventus, Torino, Inter, Milan, Cagliari, Roma, Frosinone e Napoli, che però non saranno iscritte al registro degli indagati. L'illecito di cui sono sospettati i due procuratori sarebbe un evasione ai danni del fisco italiano: il procuratore albanese attraverso l'aiuto del collega sarebbe riuscito ad agire tramite 'esterovestizione societaria', riuscendo così a non versare nessun contributo in tasse allo stato italiano.

Fonte - Gazzetta