Dott. Sisca: “Coronavirus? Tante regole, ogni gesto è decisivo”

Le parole del medico sociale rossoblu alla Gazzetta dello Sport

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Panico

Si è poi parlato del diffuso senso di panico che l’emergenza sta causando e dell’aria che si respira a Casteldebole: “Sabato scorso, dopo la partita con la Roma, sono tornato in treno partendo alle 19:30. I vagoni vuoti per tutto i viaggio e la stazioni di Firenze e Bologna deserte mi hanno dato un senso di disagio. Penso sia la fotografia perfetta di questo momento. Nessun giocatore ha manifestato ancora panico, ma c’è apprensione. Ci sono sensibilità diverse, ma le regole vanno rispettate spesso, perché il cartello appeso negli spogliatoi non viene letto per desuetudine. Stiamo facendo di tutto per tradurlo al meglio anche in inglese, per permettere agli stranieri di capire le regole al meglio. Tutti stanno osservando le giuste norme e lo spogliatoio non è un problema perché è ampio e moderno. Le regole ci teniamo a ripeterle anche quando i giocatori rompono le righe e hanno due o tre giorni liberi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy