Tutto Bologna Web
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Dalle difficoltà alla rinascita: ecco il primo gol rossoblù di Schouten

L'olandese è reduce da prestazioni opache e tanta panchina, ma il gol può sbloccarlo di Davide Minghetti

Redazione TuttoBolognaWeb

Quello attraversato da Jerdy Schouten è stato forse il periodo più difficile dell'olandese da quando veste rossoblù. Dopo un girone di andata in cui si era confermato come il perno imprescindibile del centrocampo del Bologna, nelle ultime uscite sembrava aver perso brillantezza e fiducia, anche da parte di Sinisa Mihajlovic che più volte lo ha relegato in panchina.

A Sassuolo, infatti, il tecnico serbo gli aveva preferito dal primo minuto la coppia Dominguez-Svanberg, confermata poi nelle successive Lazio e Cagliari (a Napoli Schouten era assente per squalifica). I rossoblù con questo nuovo assetto sembravano aver trovato più aggressività e dinamismo, dimostrando di poter rinunciare a un fedelissimo di Sinisa come l'olandese. "Con lui siamo una squadra, senza un'altra", aveva dichiarato a più riprese Mihajlovic. Ma i numeri dicono che Schouten è partito titolare solo in una delle ultime 5 gare in cui era a disposizione, contro la Sampdoria. Partita in cui aveva rischiato di macchiarsi subito come protagonista in negativo a causa di un pallone perso al limite dell'area e che ha portato Thorsby vicino al gol. Ieri a Crotone è subentrato al posto di uno spento Svanberg, dimostrando però ancora qualche sbavatura in fase di fraseggio con alcune palle perse. Problemi di concentrazione che sono progressivamente scomparsi: prima il tiro dal limite dell'area con cui scalda i motori, poi il gol del momentaneo pareggio che concretizza la rimonta rossoblù. Una rete all'incrocio di una qualità tecnica elevata, che fino ad oggi Schouten non aveva mai mostrato in fase realizzativa. Per lui potrebbe essere un nuovo inizio per questo finale di stagione, dimostrando a Sinisa di essere ancora quel giocatore in grado di decidere l'andamento della squadra.

Potresti esserti perso