Ordinanza regionale dal 4 maggio: via libera agli allenamenti di discipline non individuali

Ecco la nuova ordinanza della Regione Emilia Romagna: anche i club professionistici possono allenarsi

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Ordinanza

Da lunedì 4 maggio sarà in vigore in Emila Romagna una nuova ordinanza regionale. Tra i punti salienti anche il via libera ad allenamenti a porte chiuse per discipline sportive non individuali. Ecco l’ordinanza, partendo dall’uso delle mascherine.

Sul sito della regione si lette ‘Mascherine obbligatorie in Emilia-Romagna nei locali aperti al pubblico e nei luoghi all’aperto, laddove non sia possibile mantenere il distanziamento di un metro. Possibilità di raggiungere le seconde case per le attività di manutenzione, ma anche di praticare l’allenamento e l’attività motoria e sportiva all’aperto, solo in forma individuale. Riapertura di parchi e giardini (ma non le spiagge), biblioteche (per la sola attività di prestito, non di consultazione) e cimiteri’.

Come base ancora il distanziamento sociale: ‘Restano le norme sul distanziamento sociale, così come gli spostamenti per lavoro, salute e assoluta e comprovata urgenza definiti nel Decreto governativo. Fare la spesa sarà consentito in ambito provinciale e la visita ai “congiunti”, così come definiti sempre nel provvedimento governativo, in quello regionale. A questo riguardo, viene specificato che il territorio della Repubblica di San Marino va considerato per gli spostamenti in ambito provinciale, territorio della provincia di Rimini, e per quelli in ambito regionale, territorio della regione Emilia-Romagna.

Restano sospese le visite agli ospiti delle strutture sociosanitarie residenziali per persone non autosufficienti’.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy