Costa: “Squalifica di Pulgar sbagliata paragonata a quella di Douglas Costa”

Costa: “Squalifica di Pulgar sbagliata paragonata a quella di Douglas Costa”

Diego Costa ha parlato del Bologna e di Pulgar a Radio 1909

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Diego Costa ha parlato dell’attualità del Bologna a Radio 1909.

Si inizia con Pulgar: “La squalifica del cileno è vergognosa, il metro arbitrale usato da Banti l’altro giorno è stato indecente, anche se non ha inciso sull’andamento del match. Anche l’ammonizione a Destro all’inizio è stata indecorosa. Parametrare la squalifica di Pulgar con quella di Douglas Costa (il brasiliano ha preso quattro giornate, ndr) è incredibile. Metto la mano sul fuoco che Di Francesco non abbia offeso Costa, si capisce dal comportamento gestuale. Solo perché si parla di una squadra altolocata si tira fuori l’offesa razzista per giustificare l’episodio”.

Sulla partita contro il Genoa: “Ho visto il solito Bologna, dove i cambi non incidono. Orsolini ce l’ha messa tutta ma non è bastato. Prendiamo sempre gol perché non si riesce a segnare e poi l’ansia di subirlo prende il sopravvento. La sostituzione continua di Poli non la comprendo, Okwonkwo non ne aveva più dopo un po’ ed è sparito completamente dalla partita. L’equazione più attaccanti in campo più possibilità di segnare è sbagliata. Questa squadra ha un limite numerico a centrocampo. Svanberg? Ha dimostrato di essere ancora acerbo”.

Sulla partita di domenica prossima: “Spero che Inzaghi non sperimenti contro la Roma, ora che le cose vanno male c’è bisogno di certezze. Io giocherei con due ali, cambiando modulo per essere più incisivi davanti. Una ricaduta per Palacio sarebbe devastante, sarebbe meglio non rischiarlo come titolare”.

Sui tifosi: “Sono una certezza, sostengono sempre la squadra. Lo scorso anno sono rimasto deluso dalla contestazione a Donadoni, perché la qualità era quella che era. Ritengo Donadoni una grande persona e un grande lavoratore”.

Infine, su Pippo Inzaghi: “Lo critico solo per gli esperimenti che propone, per il resto la squadra è nuova e ci vuole tempo. Non vedo Orsolini come mezz’ala, anche se forse con questo vuole mandare un messaggio alla società indicando che a centrocampo abbiamo pochi uomini a disposizione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy