Cor Bo – Stipendi, Saputo può stare “tranquillo”: in Mls paga la Lega

In America i giocatori sono prima legati con l’Mls che con le società

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Come in Italia, anche in America non si gioca. E come in Serie A, anche in Mls c’è da risolvere il problema taglio degli stipendi. Se da una parte però – sfumata la possibilità di accordo tra Lega e Aic – sono le singole società a dover prendere accordi con i singoli giocatori per negoziare una riduzione dell’ingaggio, dall’altra le cose vengono fatte in maniera diversa. Un fardello in meno, dunque, per il presidente Joey Saputo, numero 1 non solo del Bologna ma anche dei Montreal Impact.

L’Mls è ferma ufficialmente fino all’8 giugno, ed attende le nuove disposizioni. Qui però il discorso riduzione stipendi è presto risolto. La Lega ha infatti già annunciato che si farà carico lei stessa di portare avanti e concludere le trattative: questo perché in America il contratto primario dei calciatori è con l’Mls e non le singole franchigie.

Fonte: “Corriere di Bologna”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy