Castellacci: “Non siamo pronti, non lo è neanche la Cina”

Il Presidente Nazionale dei Medici Sportivi chiarisce la situazione

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il decreto di Conte ha prolungato la quarantena fino al 3 maggio, ma per quanto riguarda il calcio ancora non ci sono certezze. Le indiscrezioni dicono che sarà possibile riprendere le attività sportive a partire dal 4, e che per i campionati bisognerà aspettare l’inizio di giugno. Deve però smorzare gli entusiasmi il professor Enrico Castellacci, che non è solo il Presidente Nazionale dei Medici Sportivi ma anche consulente del Guangzhou Evergrande di Cannavaro.

“Le linee guida sanitarie sono tutte giuste ed ineccepibili nella teoria, ma ci sono delle difficoltà: non sono sicuro che tutte le società abbiano strutture idonee, né sufficiente personale medico. Forse in Serie A, qualcuna in Serie B, ma di sicuro nessuno in C – spiega Castellacci ai microfoni de “La Stampa”, che infine conclude – In tanti mi hanno detto che non siamo ancora in grado: non ci si rende conto delle reali problematiche. In Cina sono due o tre mesi avanti, ma ancora non si parla della ripresa del campionato”.

Fonte: “Tuttomercatoweb”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy