Carlino – Un mercato da cambio di rotta

Carlino – Un mercato da cambio di rotta

Il Bologna ha potenzialmente speso 72 milioni, ma il valore della rosa è destinato a salire

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

E’ tempo di bilanci, le manovre di mercato del Bologna potrebbero costare complessivamente 72 milioni di euro, 64 sono effettivamente spesi, 2 milioni riguardano le operazioni per le giovanili, mentre i restanti dipendono dai bonus inseriti in alcune trattative: per esempio quelle che hanno portato in rossoblù Denswil, Dominguez e Skov Olsen.

Le cessioni hanno solo parzialmente bilanciato le spese, ma in ottica futura gli incassi sono destinati a salire. Il Bologna, da un punto di vista di valore della rosa, può guardare al futuro con ottimismo: se da una parte è vero che sono saliti gli ingaggi, dall’altra è innegabile che ora come ora la rosa può contare su una serie di calciatori che per il futuro rappresentano una garanzia non solo da un punto di vista sportivo, ma anche a livello economico, ovvero è difficile ipotizzare che il costo di giocatori come Skov Olsen, Dominguez, Schouten e Tomiyasu, ma solo per citarne alcuni, non sia destinato a superare la cifra per cui sono stati acquistati. Lo riporta Il Resto del Carlino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy