Carlino – Nessuno lascia Bologna: tutti a lezione dal professor Mihajlovic

Carlino – Nessuno lascia Bologna: tutti a lezione dal professor Mihajlovic

Dopo Destro, solo Paz saluta i rossoblu. Nessun giovane verrà ceduto in prestito

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il mercato di Serie A è entrato nel vivo, ed il Bologna è uno dei club protagonisti. Mihajlovic è stato chiaro fin dall’inizio della sua nuova esperienza a Casteldebole: il gioco proposto sarà molto intenso, e quindi se qualcuno dovesse avere problemi fisici dovrà esser sostituito. Ergo, serve una rosa ampia e all’altezza. Attualmente quella del Bologna conta 24 giocatori, ma la società è decisa ad arrivare a 26 entro la fine del mercato invernale. Tra questi c’è sicuramente da considerare i due giocatori dell’Atalanta. A breve arriverà Barrow: domani potrebbe essere il giorno di visite mediche e firma. Discorso diverso invece per Ibanez, ad oggi impegnato in Brasile con la nazionale olimpica. I rossoblu devono ancora trovare l’accordo con il difensore e con la Dea, anche se si parla di un prestito di un anno e mezzo con obbligo di riscatto fissato a 6 milioni di euro più 4 di bonus. I felsinei però non hanno fretta, visto che comunque l’Atalanta si è già coperta con Caldara: gli agenti di Ibanez arriveranno in Italia all’inizio della prossima settimana, mentre il ragazzo solo il 2 febbraio. Mihajlovic lo aspetterà.

Linea verde dunque su tutti i fronti per il Bologna, che aveva iniziato già a dicembre con l’arrivo di Dominguez e la trattativa Vignato – sebbene il suo trasferimento sia appena stato rinviato all’estate. Seguendo la stessa filosofia, nessuna pedina giovane e importante lascerà Casteldebole. Dopo Destro, l’unico che potrebbe dire addio a Mihajlovic e compagni è Paz, che non ha mai convinto il tecnico serbo. Gli ultimi ragazzi arrivati che hanno dimostrato di aver talento rimangono invece in Emilia: niente Inghilterra o Germania per Tomiyasu, Skov Olsen e Svanberg, che cresceranno sotto gli insegnamenti del professor Mihajlovic. Il mister ha già fatto esplodere nella scorsa stagione Orsolini e Lyanco, e vuole ripetersi coi nuovi talenti. Dovrebbero rimanere anche Mbaye e Santander, richiesti nelle ultime ore rispettivamente da Genoa e Besiktas: il terzino e l’attaccante, però, partiranno solo di fronte ad un’offerta irrinunciabile. Offerta che finora non si è vista. Mihajlovic ha bisogno anche di loro.

Fonte: “Carlino”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy