Mihajlovic ha resuscitato anche Krejci

Mihajlovic ha resuscitato anche Krejci

Il laterale ceco si è trasformato da esterno alto a terzino

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Non solo Orsolini, ma anche Ladislav Krejci. Il laterale ceco è infatti l’ennesima opera d’arte di Sinisa Mihajlovic. Dopo l'”Orso”, come riporta il “Carlino”, il tecnico serbo ha resuscitato anche il numero 11 del Bologna. Arrivato nell’estate del 2016 per rendere più frizzante il 4-3-3 di Donadoni, Krejci è partito forte la prima stagione – totalizzando 8 assist da esterno alto a sinistra – ma poi ha iniziato ad assaggiare la panchina. Col trascorrere delle stagioni ha giocato sempre meno, fino al culmine con Mihajlovic: meno di 300 minuti in campo nel girone di ritorno dello scorso anno. “Colpa” di Sansone e di quel 4-2-3-1 fondato su esterni alti di qualità e a piedi invertiti.

Nell’estate 2019 Krejci ha dovuto quindi prendere una decisione: accettare le offerte estere o rimboccarsi le maniche e trasformarsi in terzino. Il ceco ha scelto la seconda opzione, e i risultati sono chiari a tutti. Il numero 11 del Bologna sembra letteralmente un altro giocatore: in preparazione ha lavorato molto sulla fase difensiva e domenica al Dall’Ara contro la Sampdoria, complice anche i problemi fisici di Dijks, scenderà in campo per la quinta gara consecutiva da titolare. Krejci ha stupito tutti: attento nelle diagonali difensive e in marcatura, pericoloso in fase di spinta. La sua corsa gli ha anche permesso di segnare un gol alla Lazio, il primo in assoluto su azione in campionato con la maglia rossoblu. Krejci è a tutti gli effetti rinato: la cura Mihajlovic fa davvero miracoli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy