Carlino – La crisi dei trequartisti: non riposano quasi mai

Carlino – La crisi dei trequartisti: non riposano quasi mai

Sansone, Soriano e Orsolini giocano quasi sempre con Mihajlovic

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Lo si era già capito lo scorso girone di ritorno, e poi di nuovo all’inizio dell’estate. E’ abbastanza ovvio quali siano i giocatori fondamentali di questo Bologna: il trittico Sansone-Soriano-Orsolini, che a giugno sono stati riscattati per un totale di 30 milioni di euro, è imprescindibile. I tre trequartisti giocano praticamente sempre con Mihajlovic, che per un motivo e per l’altro non riesce quasi mai a rinunciarci. Ora però il loro minutaggio comincia a diventare eccessivo – e la pausa per le nazionali in questo senso non può che aiutare – e Sinisa sta forse pensando ad alternative.

Chi ha giocato di più è Sansone – che conta 945 minuti in campionato – per via dell’assenza di un sostituto di ruolo: il suo ‘ricambio’ sarebbe Palacio, ma spesso si ritrovano titolari entrambi. Nelle 11 gare di Serie A, il numero 10 ha sempre fatto parte degli 11 di partenza. Discorso molto simile per Soriano (927′) ed Orsolini (921′): il primo ha saltato per squalifica solo il match casalingo con la Lazio, mentre il secondo ha inizialmente riposato solo con la Sampdoria. Il numero 7 vince infatti quasi ogni volta la concorrenza di Skov Olsen, che per natura occuperebbe il suo stesso ruolo. Il 21 invece deve guardarsi dalla crescita repentina di Svanberg, ma la titolarità non è mai in dubbio. In ogni caso, l’ex Villarreal ha dolore al ginocchio, e domani sera al Mapei Stadium contro il Sassuolo potrebbe proprio lasciare posto allo svedese.

Fonte: “Carlino”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy