Carlino, il duello tra Orsolini e Skov Olsen

I primi segnali arrivati da San Siro

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il Bologna sceso in campo a San Siro sembra lo stesso visto nel post-Covid. I rossoblù, contando la sfida contro il Milan, hanno disputato 13 partite dopo il lockdown e i punti raccolti sono 13, una media davvero bassa.

La squadra è apparsa compassata, impacciata, in difficoltà e incapace di reagire dimostrando poco coraggio e un po’ di paura. Le uniche occasioni per la squadra di Mihajlovic sono arrivate nel finale con Santander, Sansone e Skov Olsen. Proprio il danese ha dato qualche segnale di ripresa, risveglio e voglia di capovolgere le gerarchie. Cosa che non ha fatto Orsolini che si è confermato un giocatore in crisi e che va assolutamente ritrovato sul piano fisico e mentale. Sinisa in quel ruolo ha bisogno di brillantezza, cosa che sta mancando e l’attacco del Bologna ne risente.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy