Carlino – Denswil al Bruges, serve un difensore e poi la punta

L’olandese rientrerà nel club belga, in prestito, per rilanciarsi

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Denswil è sempre più vicino al Bruges, in prestito secco, e di conseguenza la priorità per il Bologna diventerebbe l’acquisto di un difensore e poi quello di una punta. L’acquisto per il reparto avanzato si chiuderà solo se si troverà un’occasione che si reputi adatta, sia sotto il profilo tecnico che sotto quello economico.

Denswil fu acquistato nell’estate del 2019, per 6.5 milioni di euro come erede di Lyanco, ma in questa sua permanenza a Bologna non è mai riuscito a dimostrare il suo valore e ad adattarsi al calcio italiano. Mihajlovic ha finito per liquidarlo, prima accentrando Tomiyasu, poi arretrando Medel, infine preferendogli anche Paz che a inizio stagione era fuori rosa. Il Bologna lo cederà quasi sicuramente in prestito secco, con la speranza che si rivaluti in vista del mercato estivo. I rossoblù pensano quindi al sostituto e il Torino ha offerto Nkoulou che però pare non convincere Sinisa. Il Bologna ha cercato Sutalo di proprietà dell’Atalanta che vorrebbe mandare il giocatore a fare esperienza. Bigon e Sabatini vorrebbero almeno un diritto di riscatto, per investire sul ragazzo, ma la Dea non pare convinta. Proposti anche i romanisti Cetin, in prestito a Verona, e Juan Jesus.  Per la punta, invece, si prende tempo e si valutano i nomi di Cutrone che potrebbe cambiare agente e affidarsi a Pastorello come ha fatto Lasagna. I rossoblù tentano l’asse con l’Atalanta per chiudere, oltre a Sutalo, la punta olandese Lammers, ma senza perdere di vista Inglese, in uscita dal Parma, Pellegri e Supryaga.

Fonte: Carlino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy