Bonaccini, mette i paletti al nuovo Dpcm

Per il governatore dell’Emilia-Romagna: ‘E’ meglio fare riferimento a una percentuale di capienza omologata per varie strutture”

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Oggi in Parlamento verrà presentato il nuovo Dpcm dal premier Conte e Bonaccini intende mettere dei paletti. Li metterà su stadi, palazzetti ed eventi sportivi per i quali si era già mosso in passato con l’Emilia-Romagna che fu la prima regione ad aprire gli stadi ai tifosi.

Secondo il presidente dell’Emilia-Romagna bisogna avere un numero assoluto di presenze uguali per tutti gli impianti perché sarebbe meglio fare riferimento a una percentuale della capienza omologata delle varie strutture. Il governatore fa questa riflessione per non porre sullo stesso piano la Scala di Milano con il piccolo teatro comunale o gli immensi stadi e palazzi dello sport di Serie A con altri più piccoli di categorie inferiori. Oggi le Regioni si incontreranno con il Governo sul tema della capienza degli stadi e dei teatri, per Bonaccini è impensabile non trovare una mediazione. Anche perché una retromarcia metterebbe in difficoltà l’Emilia-Romagna che in più di un’occasione si era fatta da apripista. È molto probabile, però, che il nuovo Dpcm impedisca alle Regioni la possibilità di fare ordinanze, se non in senso restrittivo rispetto alle norme imposte da Roma. Questo per evitare che alcune Regioni si prendano delle libertà e le concedano ai propri cittadini.

Fonte: Corriere di Bologna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy