Bologna-Napoli 3-2

Bologna-Napoli 3-2

I rossoblù battono il Napoli e conquistano la settima vittoria consecutiva in casa

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

La giornata dei record. Settima vittoria consecutiva in casa per il Bologna – non accadeva dal 2002 – e record di punti dell’era di Joey Saputo in Serie A. I rossoblù chiudono a quota 44 al termine di una bella partita contro il Napoli: i felsinei erano andati avanti di due reti, poi raggiunti da Ghoulam e Mertens, mentre il sigillo finale è di Santander.

Parte meglio il Napoli che crea subito due occasioni nei primi minuti, prima una botta mancina di Verdi a lato poi una conclusione a giro di Insigne di poco alta. Gli azzurri giocano meglio e pressano, ma il Bologna esce alla distanza e i primi segnali a Karnezis arrivano con una zuccata alta di Santander e una punizione insidiosa di Pulgar che il portiere sventa in due tempi. Al 32’ ci prova anche Lyanco, sempre di testa, Karnezis in angolo. Ancora Bologna, stavolta la testa è quella di Orsolini con palla a fil di palo. E’ il preludio al gol che arriva al 43’ Soriano addomestica in mediana per Palacio che fugge in fascia e crossa perfettamente per la testa di Santander: 1-0. Ma il Bologna è inarrestabile e un minuto dopo su una persa di Insigne si invola Dzemaili che scaglia il sinistro dove Karnezis non può arrivare: 2-0.

Nella ripresa reagiscono gli ospiti, Milik squilla due volte attorno al 50′ ma è Ghoulam ad accorciare al 57′ su imbeccata di Ruiz, il guardalinee inizialmente aveva sanzionato fuori gioco poi il Var ha rettificato e convalidato. Ancelotti butta nella mischia anche Callejon e Mertens e proprio il belga pareggia da due passi al 78′ su assist di Younes. Il Napoli può addirittura trovare il tris, ma il sinistro di Zielinski trova il palo. E allora, nel momento di massima difficoltà, i neo entrati Krejci e Svanberg confezionano una buona azione sulla sinistra che si conclude con una splendida torsione di Santander in area per il 3-2 definitivo. Ottavo sigillo in campionato per il ropero e partita finita. E’ grande festa al Dall’Ara, il pubblico esulta e intona uno coro eloquente ‘Sinisa resta con noi’, mentre in tribuna Joey Saputo applaude felice. Una delle annate più incredibili della storia del Bologna si conclude con 44 punti e sette vittorie consecutive in casa. Da domani, il futuro.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy