Bologna, la difesa è un colabrodo

Tredici gol incassati nelle ultime cinque partite: reparto arretrato troppo fragile

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Tra le criticità dell’ultimo periodo rossoblù la più preoccupante è certamente la difesa, per la quale è scattato l’allarme rosso: da sorprendente elemento di forza della formazione di Donadoni, il reparto arretrato rappresenta ora una dolorosa spina nel fianco. Palla in gioco o calcio piazzato, non cambia nulla: i numeri parlano di una media di 2,6 reti subite a incontro nelle ultime cinque uscite, il cui risultato è stato condizionato proprio da una fase difensiva disastrosa.
Donadoni ha spesso ruotato il pacchetto arretrato, ma non ha funzionato. Oltre ai singoli, il problema è anche quello della difesa a zona sulle palle inattive, che ha concesso la rete prima a Inglese e poi a De Silvestri. Con gli elementi a disposizione (nessun vero marcatore dietro e pochi centimetri anche a centrocampo) è difficile pensare che ci si possa difendere a uomo, ma qualcosa evidentemente va cambiato. La sensazione è che i guai siano arrivati più spesso sul primo palo ed è lì allora che occorre un rinforzo.
Dopo la sosta, una riflessione e una soluzione sono d’obbligo.

dal Corriere di Bologna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy