Bologna, i precedenti a porte chiuse

Il Resto del Carlino ripercorre i precedenti a porte chiuse

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il più importante e famoso precedente a porte chiuse del Bologna risale al 1925.

Domani Frosinone-Bologna sarà scontro salvezza, ma quasi 100 anni i rossoblù si giocarono un pezzo di Scudetto. Spareggio in cinque partite tra Bologna e Genoa, in una sfida lunghissima ed eterna in cui suonarono anche gli echi di una rivoltellata in stazione. Sul campo vinse il Bologna 2-0 con reti di Pozzi e Perin trionfando nella Lega Nord, poi il successo contro l’Alba Roma per lo Scudetto. Nel 2007, invece, al Partenio di Avellino un match a quasi porte chiuse in cui l’impianto era stato reso inaccessibile per non idoneità alle norme di sicurezza. I tifosi di casa manifestarono davanti ai cancelli e in parte li scalvacarono. In campo neutro, ma non a porte chiuse, si registra un Cremonese-Bologna 0-3 del 1930 a Piacenza, un Bfc-Atalanta 2-0 nel 1947 giocata a Parma e ovviamente lo spareggio Scudetto contro l’Inter il 7 giugno 1964. Quattro mesi dopo, il 14 ottobre, il neutro dello spareggio Bologna-Anderlecht, primo turno di Coppa dei Campioni, fu invece il Camp Nou di Barcellona: dopo lo 0-0 in campo arrivò l’atroce beffa dell’eliminazione con la monetina. Inter-Bologna 2-1, ultima di campionato, fu giocata sul neutro di Bari il 17 giugno 2001. Un mese prima, il 6 maggio, gli ultras nerazzurri avevano lanciato uno scooter dalle gradinate di San Siro durante il derby con l’Atalanta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy