Avv. Colucci: “Un calciatore non può rifiutare di allenarsi”

Avv. Colucci: “Un calciatore non può rifiutare di allenarsi”

L’avvocato esperto di diritto sportivo chiarisce i protocolli sanitari per la ripresa degli allenamenti

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

La Serie A ha ottenuto l’ok per riprendere gli allenamenti individuali presso i centri sportivi delle rispettive squadre, ma ci sono ancora alcuni punti poco chiari. Cerca di chiarire la situazione ai microfoni de “Il Mattino” l’avvocato Michele Colucci, esperto di diritto sportivo e membro della commissione Fifa sulle controversie di club e tesserati.

“Un calciatore non può rifiutare di allenarsi per paura di essere contagiato – spiega Colucci, che infine conclude – Se esiste un protocollo che consente al dipendente di lavorare in sicurezza, indipendentemente dal tipo di impiego, questo non può rifiutarsi, ma può solo esternare i propri timori e richiedere la verifica delle misure in atto. Allo stesso modo, i giocatori all’estero non possono rifiutarsi di rientrare in Italia se convocati”.

Fonte: “Tuttomercatoweb”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy