Anaclerio: “Inizio a intravedere miglioramenti. Con Inzaghi basta al calcio improvvisato”

Le parole di Anaclerio a Radio1909

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

L’ex rossoblù Giuseppe Anaclerio è intervenuto ai microfoni di Radio1909 per dire la sua riguardo alla situazione che sta vivendo il Bologna.

Si parte con l’analisi di ieri sera: “Avevo paura della partita di ieri. Pensavo a quali conseguenze avrebbe portato una sconfitta, questa squadra è ancora in costruzione e credo che il punto conquistato ieri sia importante. Anche perché, vista la partita, il Bologna non ha mai rischiato e anzi avrebbe meritato di vincere. Ad ogni modo ho notato dei miglioramenti, la classifica ad oggi non ha nemmeno senso di essere osservata”.

La difesa quest’anno sembra reggere bene: “Il Bologna è poco pericoloso in fase offensiva perché al momento si sta curando di più quella difensiva. In due partite il Bologna ha subito un solo gol da trenta metri, e non è cosa da poco. C’è della tensione intorno alla squadra, i giocatori e lo staff lo sanno, e solo con i risultati si può allontanare. Io non sono affatto preoccupato, e anzi ieri ho visto una squadra che finché ha avuto energie ha mostrato parecchie cose buone”.

La preparazione atletica incide: “Tanto, e vale per tutte le squadre. Chi parte ed è in forma subito a lungo andare paga questo metodo. Le squadre normalmente puntano a durare a lungo termine. Pulgar, ad esempio, sta facendo molta fatica, è un po’ bloccato e Inzaghi gli chiede spesso di verticalizzare. Ma gli allenatori spesso parlano meccanicamente senza avere la giusta percezione della fase di gioco che è in corso: Pulgar deve avere la capacità di leggere le situazioni per poter fare la scelta migliore senza farsi influenzare da quello che gli viene detto da bordo campo”.

Lo scorso anno si partì con 4 punti in 2 partite: “Sono stati quattro punti ottenuti da episodi. Contro il Torino venne annullato un gol ai granata che era regolare e contro il Benevento non meritavamo i tre punti. Quest’anno c’è un modo diverso di intendere il calcio, si prova a giocare a pallone senza mostrare un calcio improvvisato. Lo scorso anno facevi punti solamente perché te la risolveva Verdi o chi al posto suo, ma quest’anno i risultati si vogliono raggiungere tramite il gioco. E questa filosofia mi piace”.

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. pibie - 2 anni fa

    Va bene le filosofia, ma si gioca (purtroppo) per fare gol, non subirli e fare punti, non per far divertire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy