Acquafresca: “A Bologna fu un periodo tremendo”

Le parole dell’ex attaccante del Bologna.

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

L’ex rossoblu Robert Acquafresca ha raccontato la sua carriera ai microfoni di ToroNews.it all’interno della rubrica “Le Loro Storie” parlando anche dei suoi anni a Boogna: “A Bologna ho vissuto un periodo tremendo. Sono stato messo fuori rosa, hanno disatteso le opportunità che mi avevano prospettato e ho subito tante umiliazioni. Sono arrivati al punto di farmi allenare alla sera da solo dopo tutti gli altri e non mi accendevano neanche le luci, me ne hanno combinate di tutti i colori e la gente queste cose non le sa. Mi è capitato di sentire discorsi su di me che non stanno né in cielo né in terra. In molti pensavano che mi avessero messo fuori rosa perché mi ero comportato male, invece semplicemente non avevano avuto pazienza e avevano deciso che non rientravo più nei loro piani”.

“Avevo un contratto importante all’epoca – continua Acquafresca – per cui tante squadre erano timorose nell’ingaggiarmi e il Bologna si rifiutava di contribuire a parte del pagamento. Mi sentivo prigioniero di quel contratto. Ma nella mia carriera, come dicevo, di soldi ne ho rifiutato tanti per avere la possibilità di giocare, per cui quando mi hanno messo fuori rosa ho scelto di non ridurmi lo stipendio. Mio papà guadagna 1.800 euro al mese e so bene il valore del denaro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy