Mercato – Il punto sul reparto offensivo

Mercato – Il punto sul reparto offensivo

Il Bologna non ha fretta per quanto riguarda la ricerca di un attaccante

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Mattia Destro per il momento rimane al Bologna, Mihajlovic lo ha confermato almeno per il momento, e resta l’attaccante che nell’era Saputo ha segnato più gol in una singola stagione (11 nel 2016/2017), numeri che vanno migliorati, motivo per cui il Bologna ha messo gli occhi su Christian Kouamé (21) e  su Roberto Inglese (27).

Attualmente il costo dei due giocatori è giudicato esagerato e il Bologna ha tutti i motivi per non partecipare a dispendiose aste di mercato, la finestra dei trasferimenti è aperta da oggi e lo rimarrà per i prossimi due mesi, il tempo quindi c’è e il Bologna parte da una base già solida: Sansone, Soriano, Orsolini, lo stesso Destro e Palacio che dovrebbe firmare a breve il rinnovo.

Il reparto offensivo non è dunque da ricostruire da zero, manca solamente il bomber dal rendimento certo e che assicuri di andare in doppia cifra, ma il Bologna può attendere che i tempi siano maturi e far abbassare le pretese per Kouamé e Inglese: chi vuole vendere, con il passare dei giorni, ha maggiore fretta di vendere. Andreazzoli ha richiesto la permanenza di Kouamé, la trattativa è bloccata, ma non si può definire tramontata. Ora come ora la maggiore incognita riguarda Santander. Il Ropero ha appena terminato l’avventura in Copa América con il suo Paraguay e su di lui è piombato il Jiangsu Suning, anche se per il momento solo il suo agente conosce l’entità dell’offerta. Al netto di un acquisto che costò alle casse rossoblù 6 milioni, se la plusvalenza si dimostrasse allettante, il Bologna potrebbe pensare di cederlo. Lo riporta Il Resto del Carlino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy